Area riservata

Registrazione
Password dimenticata?

DOMANDA/OFFERTA E COLLOCAMENTO MIRATO

Il Servizio

I datori di lavoro assumono i lavoratori disabili e delle Categorie Protette rivolgendosi direttamente agli Uffici del Servizio per l’Impiego provinciali, per il tramite del Centro per l'Impiego di competenza. L'art. 9 L.68/99 così come integrato dall'art. 7 DPR 333/00 impone ai datori di lavoro di presentare agli uffici competenti la richiesta di avviamento entro 60 giorni dal momento in cui sorge l'obbligo di assunzione dei lavoratori disabili. La richiesta di avviamento si intende presentata anche attraverso l'invio del prospetto informativo.

La preselezione e l’avviamento numerico

L’azienda che intende attivarsi per assumere personale può farlo anche attraverso la compilazione di un modulo di richiesta di preselezione o attraverso la stipula di convenzioni. Il Servizio, tramite il Centro per l'Impiego di competenza, tenendo conto delle abilità, competenze, attitudini ed eventuali limitazioni dei lavoratori da una parte e delle caratteristiche dei profili professionali ricercati dall’altra, favorisce l’incontro domanda-offerta fornendo nominativi di candidati disponibili a ricoprire la posizione lavorativa messa a disposizione dall'azienda.
II Servizio, per il tramite del Centro per l'Impiego di competenza, può determinare procedure e modalità di avviamento mediante chiamata con avviso pubblico e con graduatoria limitata a coloro che aderiscono alla specifica occasione di lavoro, la chiamata per avviso pubblico può essere definita anche per singoli ambiti territoriali e per specifici settori. La graduatoria viene redatta con criteri determinati dall’anzianità di inserimento negli elenchi, carico familiare, reddito e percentuale di invalidità.

Scarica il MOD. C) COLLOCAMENTO MIRATO - ISTANZA DI PRESELEZIONE

Le convenzioni

I datori di lavoro pubblici e privati, obbligati e non, possono stipulare con il Servizio una convenzione per determinare un programma di inserimento occupazionale delle persone disabili. Nella convenzione vengono stabiliti i tempi di inserimento lavorativo, le mansioni che la persona disabile dovrebbe svolgere, il numero delle persone disabili da assumere e le modalità di assunzione, con possibilità di estendere a tutte la scelta nominativa.

Nel caso di avviamento di disabili che presentino particolari caratteristiche e difficoltà di inserimento nel ciclo lavorativo ordinario, si possono stipulare convenzioni di integrazione lavorativa in cui vengono precisate le mansioni e le modalità di svolgimento, e dove è prevista un’attività di tutoraggio da parte dei Servizi di Inserimento Lavorativo (S.I.L.) dell’ULSS o di soggetti appositamente designati dal Servizio. L'adeguatezza dei percorsi personalizzati indicati in tali convenzioni, è approvata dal Comitato Tecnico provinciale composto da funzionari ed esperti del settore medico-legale, sociale dell'ULSS e dei Servizi per l'Impiego.

E’ possibile anche attivare convenzioni di inserimento lavorativo temporaneo con finalità formative ai sensi dell’ art. 12 e convenzioni di inserimento lavorativo ai sensi dell’art. 12bis (vedi L. 247/2007 art.1,co.37 punti a) e b). Se interessati a queste particolari tipologie di convenzione, rivolgersi direttamente al CPI di competenza.

Attraverso le convenzioni, possono essere concessi ai datori di lavoro privati, incentivi all’assunzione nei limiti delle disponibilità del Fondo per i disabili (vedi L.247/2007 art.1, co.37 punto c e DGRV N. 2161 del 13/12/2011 allegato A).

Scarica il MOD. D) COLLOCAMENTO MIRATO – CONVENZIONE DI PROGRAMMA
Scarica il MOD. E) 1 COLLOCAMENTO MIRATO – CONVENZIONE INTEGRAZIONE LAVORATIVA
Scarica il MOD. E) 2 COLLOCAMENTO MIRATO – SCHEDA TIROCINIO L. 68/99
Scarica il MOD. E) 3 COLLOCAMENTO MIRATO - SCHEDA INDIVIDUALE PER L’AZIENDA

CONVENZIONE QUADRO ART. 14 D.LGS. 276_2003

“Con DGR n. 65 del 04.02.2014, la Regione Veneto ha validato la “Convenzione Quadro per l’inserimento lavorativo nelle cooperative sociali dei lavoratori disabili con gravi difficoltà di inserimento nel ciclo lavorativo”, ex art. 14 D. Lgs. n. 276/2003. Contenuti del file: 1) Convenzione Quadro 2) Modello 1 – istanza di adesione 3) Allegato modello 1 – autocertificazione cooperativa 4) Convenzione per conferimento commessa - 5) Modello 2 – dichiarazione congiunta.

     CONVENZIONE QUADRO ART. 14 D.LGS. 276_2003.pdf

Richiesta di nulla osta per l’assunzione

Una volta individuato il candidato idoneo all’assunzione, il datore di lavoro privato deve richiedere al CPI competente per sede lavorativa il rilascio di un nulla osta preventivo con l’indicazione di tutti gli estremi del contratto applicato.

Scarica il MOD. F) COLLOCAMENTO MIRATO - RICHIESTA DI NULLA OSTA