Area riservata

Registrazione
Password dimenticata?

Disabili e Categorie Protette

Chi può iscriversi?

Disoccupati in età lavorativa appartenenti alle seguenti categorie:
- persone affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo, che abbiano una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%;
- invalidi del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33%;
- non vedenti e sordomuti;
- invalidi di guerra, invalidi civili di guerra e invalidi per servizio con minorazioni ascritte dalla 1° all’ 8° categoria (D.P.R. n. 915/78);
- appartenenti alle categorie protette, ovvero iscritti in appositi elenchi ai fini della quota di riserva di cui all’art. 18, co. 2, della L. 68/99;
- orfani e coniugi superstiti di coloro che siano deceduti per causa di lavoro, di guerra o di servizio, ovvero in  conseguenza dell’aggravarsi dell’invalidità riportata per tali cause;
- coniuge e figli di soggetti riconosciuti grandi invalidi per causa di guerra, di servizio e di lavoro;
- profughi italiani rimpatriati, il cui status è riconosciuto ai sensi della L.763/1981;
- vittime del terrorismo e della criminalità organizzata (L.407/1998 come modificata dalla L. 288/1999).

Perché iscriversi

Per usufruire di un Servizio di Collocamento Mirato volto alla valorizzazione della persona e all’integrazione lavorativa, attraverso un percorso agevolato di inserimento nelle aziende soggette agli obblighi di legge.

Quali documenti presentare per l’iscrizione

Tutti gli utenti dovranno presentarsi agli sportelli con:
• documento d’identità in corso di validità;
• codice fiscale;
• Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID)
all’attività lavorativa resa al Centro per l’Impiego competente per domicilio.

Inoltre, per ogni specifica categoria, sarà necessario presentare la seguente documentazione:
invalidi civili: Relazione conclusiva ai sensi della L. 68/99 rilasciata dalla Commissione medica integrata per l’accertamento dell’invalidità civile Ulss/Inps attraverso un’istanza telematica inoltrata dal proprio medico di base;
invalidi del lavoro: Lettera di costituzione di rendita I.N.A.I.L. o certificato rilasciato dallo stesso Ente con l’indicazione della percentuale di invalidità e della diagnosi;
invalidi militari di guerra e invalidi civili di guerra: mod. 69/Ter dell’Ufficio Provinciale del Tesoro;
invalidi di servizio: mod. 69/Ter dell’Ufficio Prov. le del Tesoro oppure Decreto Ministeriale dell’Amministrazione di appartenenza oppure estratto del Verbale di visita collegiale della Comm. ne Militare medico-ospedaliera contenente la proposta di pensione privilegiata dalla 1° all’ 8° categoria;
orfani e vedove di deceduti per causa di guerra o per causa di servizio: mod. 69 /ter - Mod. 331 rilasciato dall’Ufficio Prov. le del Tesoro oppure Attestazione della Prefettura;
orfani e vedove di deceduti per causa di lavoro: lettera di costituzione di rendita I.N.A.I.L. ai superstiti, oppure dichiarazione I.N.A.I.L. indicante il giorno del decesso del dante causa.
equiparati orfani e vedove (coniugi e figli di grandi invalidi per cause di lavoro, guerra e servizio): certificato o attestazione, rilasciati dall’Ente competente a seconda della categoria (guerra, servizio o lavoro), attestante il riconoscimento della 1° categoria di pensione, o il 100% di invalidità al genitore dante causa o la “dichiarazione di incollocabilità” rilasciata dall’Ufficio competente. Per questi soggetti equiparati agli orfani e vedove, l’iscrizione è consentita unicamente in via sostitutiva del dante causa, sussistendo anche qualora lo stesso, seppure già iscritto, non sia mai stato avviato ad attività lavorativa”. Per l’iscrizione, sono considerati minori i figli fino al giorno del 21esimo compleanno (se studenti scuola superiore), e fino a 26 anni, se universitari.
profughi: attestazione di riconoscimento della Prefettura.
vittime del terrorismo e della criminalità organizzata: per tali categorie, compresi coloro che già svolgono un’attività lavorativa, sono previste assunzioni per chiamata diretta per i profili professionali del personale contrattualizzato del comparto Ministeri fino all’8° livello retributivo (C2). Per i livelli retributivi dal 6° all’8° le percentuali, previo espletamento della prova di idoneità, non potranno superare l’aliquota del 10% del numero delle vacanze in organico.